TANGEREAma chi ti sfugge, ama colui che se ne va

didascalia

TANGERE
Ama chi ti sfugge, ama colui che se ne va.
ideato e interpretato dall’attore Andrea Carnevale e dalla danzatrice Irene Stracciati.

Un incontro tra movimento e parola. TANGERE, parte tutto dal momento in cui Cristo, risorto, incontra la Maddalena che lo va a cercare e le dice di non toccarlo, di lasciarlo andare via, lui deve andare via.
Un viaggio tra Rembrandt, Pontormo, Duccio, Tiziano … e Pasolini: “Lei non ha capito niente perché è un uomo medio, è così?”

“Noli me Tangere non dice semplicemente non toccarmi, ma, i senso più letterale – non volermi toccare. Non solo non farlo, ma anche se dovessi farlo dimenticatene subito.
Tu non trattieni niente, non puoi trattenere né ricordare niente, ecco ciò che devi amare e sapere. Ecco che ne è di un sapere d’amore. Ama chi ti sfugge, ama colui che se ne va. Ama che se ne vada” Jean-Luc Nancy