LISBONA

Qualcuno dice lentamente:“La conosci, Lisbona …”La conosco. E’ una giovane scalza e leggera, una vento improvviso e chiaro nei capelli, una piccola ruga intorno ai suoi occhi, la solitudine si apre nelle sue dita e sulle sue labbra, scende le scale tante scale tante scale fino al fiume. Io la conosco. E tu, la conosci?
Eugenio de Andrade (1923-2005)