Credere nella propria dignità

Il 25 novembre Marta Fana ha incontrato i detenuti della Casa Circondariale di Siena.
Abbiamo parlato di lavoro.
Dei suoi libri Non è lavoro, è sfruttamento e Basta salari da fame (scritto insieme a Simone Fana) per Editori Laterza.
Ci ha parlato delle sue esperienze sul campo e di come ha costruito la sua ricerca.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ha visitato la scuola e la biblioteca della Casa Circondariale, ci ha donato del tempo prezioso.
È stata una bella esperienza, oltre la presentazione, è stato un gran bell’incontro!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Discutere insieme ai detenuti della Casa Cirondariale di Siena di due libri sul mondo del lavoro di ieri e di oggi, con le spalle al passato e gli occhi rivolti al futuro, è stata un grande esperienza perché capace di restituire tutta la dignità umana che il tema lavoro possiede intrinsecamente. Rivolgersi ed interloquire con detenuti, lavoratori ieri, oggi e domani mi ha costretta a pesare ognuna delle parole pronunciate, soprattutto per chi crede ancora che libertà nel lavoro e dal lavoro siano due ingredienti fondamentali del riscatto umano. Cosa significa allora libertà nel lavoro per chi è costretto a fare il volontario per guadagnarsi la libertà di rimanere a contatto con la società fuori? e quanta dignità c’è tra chi pur in carcere continua a lavorare, a condividere con gli altri, scoprendo solidarietà.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Che i ragazzi che ho incontrato possano continuare a leggere, a confrontarsi, a credere nella propria dignità.
Marta Fana

Related Entries

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *