NON ERA LA FOTO IN SÉ

Durante la mostra “Nel cuore del futuro” tenutasi tra aprile e maggio del 2016 al Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio a Serre di Rapolano e organizzata da a Anpi di Rapolano Terme, Comune e Fondazione Musei Senesi,  sono stati organizzati incontri e dibattiti. Un incontro è stato dedicato alle ragazze e ai ragazzi delle scuole che in questi giorni mi hanno consegnato i loro pensieri …

08

….“Tra le varie foto sulla resistenza partigiana, esposte al museo della Grancia, quella che mi ha colpito di più è quella  che rappresenta la caserma di Lamarmora nel 2013 …. Dovremmo, infatti, fare e pensare come facevano loro, battendoci per realizzare un mondo migliore”

05

…”Topolino ha combattuto sulle montagne affinché non dovessero esserci altri topolini. Così, a quattordici anni, sento di avere l’obbligo di celebrare il 25 aprile per non dimenticare coloro che in giovanissima età si sono sacrificati anche per me”.

“Sotto la foto c’è una didascalia che mi ha fatto molto riflettere. L’amore per la patria e per la libertà non ha età e anche a quattordici anni si può rischiare la vita per un ideale”

25

“In particolare mi ha incuriosito una foto con un anziano che attraverso delle lenti neri guardava avanti … Incuriosito ho le la didascalia … Mi domando allora: noi giovani di oggi siamo disposti ancora a continuare “quella lotta” per un sogno, un ideale, per un mondo migliore?

“Ho capito che l’uomo per far veder la propria potenza, e la propria cattiveria, ha scatenato guerre, massacrato un suo fratello, ma soprattutto non ha pensato al futuro, ed ha rinunciato ad un mondo di libertà, giustizia  e fratellanza”

01

… “Non era la foto in sé che mi piaceva, ma l’affetto che quell’uomo faceva trasparire verso la donna … … Da allora le condizioni della donna sono migliorate, molti sono i diritti acquisiti … Penso che la donna sia davvero straordinaria e credo che tutti la dovrebbero pensare così”

“Credo che, avendo posizionato in tal modo i soggetti, il fotografo abbia voluto incentrare la sua attenzione, e la nostra, sul ruolo della donna nelle aspre lotte partigiane. La donna tra i partigiani era considerata come un compagno … I diritti paritari non sono stati un regalo, ma una vittoria per quello che le donne hanno sempre fatto, cambiando la storia anche con la guerra di liberazione.”

Andrea, Emma, Francesco, Francesco, Giorgio, Giuseppe, Lavinia, Martina, Matilde … Classe III B

Related Entries

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *